TENSOSTRUTTURE 10X10 – ns. produzione

Cliccare su foto piccola per visionare immagini formato medio - Cliccare su foto media per visionare immagini formato grande

Descrizione dettagliata

USATO, RITIRATO DA NOLEGGIO Euro 4.900 – ANZICHE’  € 8.100 NUOVO

DESCRIZIONE: Tale struttura è autoportante, non ha bisogno di essere ancorate al terreno mediante tiranti o picchetti e può dunque essere installata in piazze monumentali e lastricate, centri storici ed aree non perforabili.

Sono assemblabili tra loro, complete di travatura perimetrale con gronda raccolta acque incorporata, lo scarico avviene attraverso le colonne che fungono pertanto anche da pluviali.

Semplice e rapido l’assemblaggio, il montaggio e lo smontaggio della stessa.

Caratteristiche: la struttura portante  è protetta contro l’ossidazione con il trattamento di zincatura a caldo. Struttura delle colonne portanti a sezione quadrata dimensioni cm.12×12 con innesti in fusione. Travi perimetrali: lunghezza mt.10, sezione a U cm.7 x 14 e sotto le stesse vi è traliccio reticolato, altezza del traliccio cm.18

Altezza della tensostruttura: da mt.3 utile colonna, altezza al colmo mt.6,80

Peso della struttura completa, circa 12 quintali.

Bulloneria: in acciaio

Struttura del tetto: 4 diagonali che si congiungono ad un puntone o fungo centrale.

Telone di copertura della tensostruttura: in tessuto in poliestere spalmato con PVC, colore bianco o beige  traslucido, classe di resistenza al fuoco 2. Numero di fili a cm. 9/9, spessore filato 2 x 1100, peso 750 gr. / mq.
Dopo aver spinto il fungo centrale, il telone viene fissato alle travi della struttura con appositi tondini (uno ogni 2 mt.) ed in seguito agganciato lungo tutto il perimetro in modo da restare sempre in tensione.

Il fissaggio a terra della tensotruttura può essere eseguito nei seguenti modi:

  • Tramite tasselli ad espansione su pavimento in cemento.
  • Tramite zavorramento con pesi (esempio fioriere in cemento in semplice appoggio riempite di terra o cubi di cemento armato).
  • Tramite puntazze conficcate nel suolo da cm. 60 – 80 – 110  in base alla portata del terreno (due puntazze ogni colonna).
  • Cinghie laterali (spanset a cricchetto).

Eventuale carico neve ammissibile: a tale scopo si ricorda che il carico neve ammissibile per la copertura è pari a 645 N/mq e che comunque, in caso di intensa precipitazione nevosa, si consiglia di evitare l’accumulo della neve sopra la membrana mediante il riscaldamento del locale coperto dalla membrana stessa o, in alternativa, si raccomanda di allentare gli ancoraggi laterali della membrana per diminuire lo stato tensionale del tessuto stesso.